iten

Anema ‘e core

HomeAnema ‘e core
Post Image

“Ogni pietra rappresentava il singolare conglomerato d’una volta, d’una memoria, a volte d’una sfida. Ogni edificio sorgeva su una pianta di un sogno”.  Margherite Yourcenar, Memorie di Adriano.

La chiesa si colloca all’interno di un’area ibrida tra città e campagna, un’area fortemente penalizzata dalla presenza di edifici produttivi agricoli, infrastrutture stradali e tecnologiche; un’accumulazione progressiva e caotica di episodi, di segni che hanno coperto, seppellito un territorio ricco di storia e tradizione. Come uno scavo archeologico, il progetto riscopre la bellezza celata ed intrinseca dei luoghi, risarcisce il territorio della sua una storia negata, cerca affinità intellettuale con gli esempi più nobili delle ville rupestri dell’Antica Stabia fondando i muri del nuovo sulla lezione dell’antico, legittimando la sacralità di un luogo da sempre solcato da cultura e bellezza.

Team di progetto

  • Luca Barontini
  • Jacopo Carli
  • con Viola Valeri, Francesca Santini, Novella Strati, Cordelia Von Den Steinen e Patrizio Travagli

Info

  • Anno: 2013
  • Committente: Arcidiocesi di Castellammare di Stabia
  • Località: Castellammare di Stabbia (NA)
  • Categoria: Nuova costruzione
Progettazione architettonica 60%
Progettazione urbanistica 10%
Cantiere e Coordinamento Sicurezza 5%
Business control, time-line, appalto 5%